Ora che l’estate è finita e il climatizzatore non è più necessario, è giunto il momento di fare alcune considerazioni a mente fredda (è proprio il caso di dirlo).

Le possibilità sono 3:

  1. avevate già un climatizzatore/condizionatore che ha funzionato benissimo e la vostra estate è stata paradisiaca. Siete fortunati, sappiatelo. Forse questo articolo non è per voi, ma, a meno che non lo abbiate comprato proprio quest’estate , potrebbe interessarvi vedere che ci sono altri tipi di paradiso – lo” smart Eden” – reso possibile dai climatizzatori di ultima generazione.
  2. Un climatizzatore ce l’avevate in realtà, ma proprio quest’estate ha deciso che un po’ di paradiso toccava anche a lui e vi ha abbandonato –nel migliore dei casi a stagione finita e nel peggiore in mezzo della canicola estiva– giusto per fari capire quant’è dura la vita senza di lui.

Oppure, mossi a pietà dai tanti anni di servizio (e dall’ineluttabile constatazione dei costi in bolletta) avete deciso di vostra spontanea volontà di regalare all’ elettrodomestico un biglietto sola andata verso la discarica più vicina.

  1. Non avevate il climatizzatore e la vostra estate è stata un inferno insopportabile ed estenuante.

Avete tutta la nostra comprensione.

Se fate parte della categoria 2 e 3 – ma in fondo anche della 1 – questo testo fa per voi.

Vediamo perché è importante, se si è deciso di acquistare un climatizzatore, sceglierne uno di ultima generazione.

CLIMATIZZATORI DI ULTIMA GENERAZIONE: RITRATTO DI UNA NUOVA EPOCA

Innanzitutto, cerchiamo di capire quali sono i climatizzatori di nuova generazione e in cosa differiscono dai loro avi non troppo lontani

  • Sostenibilità: i nuovi condizionatori rispondono alla sempre più impellente domanda di sostenibilità ambientale e utilizzano, per produrre aria fredda, il gas refrigerante R-32. Caratteristica di questo prodotto indispensabile a un efficace funzionamento dell’impianto di climatizzazione, è il suo basso indice GWP (Global Warming Potential). Questo indica che impattano meno sull’effetto serra e operano in senso positivo per la salute del pianeta. Tra qualche anno, inoltre, l’Europa proibirà l’utilizzo di gas refrigeranti con indice GWP superiore a 750, valore ampiamente superato dal vecchio gas R410A, utilizzato in molti vecchi modelli. Oltretutto l’efficienza del gas R-32 è maggiore di quella dei vecchi gas refrigeranti, quindi, a parità di rendimento ne occorre meno. E qui ci colleghiamo direttamente alla prossima caratteristica che distingue questi innovativi prodotti.
  • Risparmio: è l’altra faccia della sostenibilità perché i minori consumi energetici si traducono, oltre che in un aiuto alle riserve della terra, anche in un vantaggio per il portafoglio. La tecnologia inverter che ha mandato in pensione la vecchia modalità di funzionamento on-off permette di sfruttare solo l’energia necessaria a stabilizzare la temperatura impostata senza attivare ogni volta l’impianto al 100% della sua potenza.
  • Funzionalità smart: e qui entra in gioco un altro fattore: la praticità. Molti modelli, infatti implementano una possibilità di gestione WiFi e funzioni smart che possono davvero trasformare la vita di chi li utilizza consentendo un controllo da remoto – sul proprio smartphone – sempre più necessario considerato lo stile di vita dinamico e impegnato che ormai caratterizza le routines di moltissime persone. Regolare accensione e spegnimento mentre si è in coda alla cassa o anche solo comandare all’assistente vocale di alzare la temperatura senza muoversi dal divano permettono di risparmiare (e quindi anche questo è un discorso di sostenibilità) quella risorsa che diventa di giorno in giorno più preziosa e ricercata: il tempo.
  • Salute: i climatizzatori di ultima generazione prestano sempre più attenzione anche a quest’altro aspetto.
    • Alcuni brand, come LG, hanno deciso di puntare sulla capacità di purificare l’aria. Alcuni modelli di questo marchio sono in grado di migliorare la qualità dell’aria ripulendola, grazie all’attività elettrostatica degli ioni emessi dagli apparecchi, da impurità, cattivi odori e microparticelle quali il particolato fine, quelle polveri sottili con cui ormai molte realtà, soprattutto quelle cittadine, devono fare i conti.
    • Altri prodotti invece, ad esempio gli innovativi modelli WindFree Samsung, hanno deciso di sviluppare una speciale tecnologia capace di rivoluzionare l’emissione dell’aria condizionata cercando di renderla sempre più uniforme e omogenea, alla ricerca del comfort perfetto che evita contratture, raffreddori e dolori articolari.
  • Silenziosità: La ricerca di uno stato di benessere totale passa anche per la capacità di garantire una notte di sonno veramente riposante o un ambiente di lavoro in cui concentrarsi non richieda la duplice fatica di stare attenti a quel che si fa ed escludere il fastidioso ronzio del climatizzatore. Ecco perché acquistare un apparecchio di nuova generazione significa assicurarsi la certezza di un elettrodomestico che ha saputo raggiungere livelli di discrezione davvero encomiabili.
  • Design. Ormai anche questo fattore è diventato discriminante al momento dell’acquisto ed ecco perché quasi tutti i produttori hanno iniziato a curare particolarmente l’aspetto estetico con unità interne che diventano dei veri e propri complementi d’arredo capaci di armonizzarsi con eleganza e delicatezza all’arredamento di casa, dell’ufficio o del negozio.
  • Polivalenza: Ormai non ha più senso acquistare un apparecchio capace di emettere solo aria fredda. Significherebbe condannarne l’utilizzo a pochi mesi l’anno con conseguente riduzione dei vantaggi economici. Ma queto ormai non è più un problema perché i nuovi impianti implementano altre forme di funzionamento che ne consentono l’utilizzo anche in momenti diversi e con scopi differenti. La pompa di calore e la modalità deumidificante ormai non mancano più nei recenti modelli di condizionatore.
  • Vantaggi fiscali. Qui è necessario informarsi con cura, ma è importante ricordare che l’Ecobonus prevede forti agevolazioni fiscali qualora un nuovo acquisto fosse pianificato in direzione di un efficientamento energetico e c’è la possibilità di far ricadere anche il condizionatore in questo gruppo. Naturalmente deve trattarsi di un modello che presenti tutte le caratteristiche fin qui esposte, altrimenti verrebbe vanificata la possibilità di un miglioramento energetico.

Vi abbiamo convinto sull’importanza di acquistare un climatizzatore di nuova generazione qualora si dovesse compiere questa scelta?

Se ancora non è così vi invitiamo a scoprirli sul nostro sito.